I PRODOTTI CINESI SONO TUTTI DI BASSA QUALITA’

La Cina non è più sinonimo di bassa qualità ormai da anni, piuttosto si contraddistingue sempre di più per le tecnologie avanzate, innovazione e strumenti di ultima generazione.

Cosa importare e con quale qualità di manifattura ormai è solo una decisione del cliente che una volta affacciatosi sul mercato cinese ha a disposizione diversi livelli di qualità. Come in qualsiasi altra parte del mondo: a diversi requisiti corrispondo diversi tipi di prezzo.

Questi risultati sono dovuti all’impegno preso dal governo cinese nel migliorare tutti gli aspetti della produzione e della vita in Cina: formare personale qualificato, acquisizione di maggiori competenze, acquisizione di macchinari tecnologici e non per ultimo lo sviluppo di infrastrutture sostenibili e a basso impatto ambientale rivolte al rispetto per l’ambiente e ad un mondo eco-sostenibile (contrariamente a quanto si pensa e si scrive rispetto alla Cina e all’inquinamento).

Tutto questo rientra nel piano PIANO STRATEGICO cinese nominato “MADE IN CHINA 2025”, piano che prevede lo spostamento della Cina da “la fabbrica del mondo” (bassa qualità e grandi quantità) a “prodotti di valore e servizi” entro il 2025, adeguandosi così ai concetti occidentali di green e qualità, di diritti dei lavoratori e di stipendi ecc.

Se ancora non siete convinti che la Cina non sia più sinonimo di bassa qualità vi basti pensare ai grandi marchi del lusso o alle tecnologie in uso quotidianamente (compresa la Apple), tutti rigorosamente prodotti in Cina.

L’industria manifatturiera del paese nel suo insieme ha certamente fatto passi da gigante negli ultimi decenni.

Naturalmente avere un prodotto finale di qualità significa anche comunicare in maniera adeguata con i fornitori cinesi, per questo vi suggeriamo sempre di rivolgervi ad esperti del settore come noi di Swap China, che, con un team di persone bilingue (italiano e cinese) e con una profonda conoscenza della cultura e dell’economia di questo paese, possiamo aiutarvi nel selezionare il fornitore giusto e comunicare le giuste informazioni sugli articoli da produrre. Saper comunicare con il popolo cinese e conoscerne il know how sono due passaggi obbligatori per poter importare prodotti che rispecchiano le vostre esigenze di design e qualità ad il giusto prezzo.

Add Comment